CLARISSA VIAGGI - PORTO MILAZZO - T: +39.0909240248 - M: +39.3312456838

Consigli-Trucchi Taxi

INTRODUZIONE TAXI
A volte può capitare di avere necessità di prendere un taxi, soprattutto quando si vive nelle grandi aree metropolitane o ci si reca nelle città diverse da quelle in cui si vive per motivi personali o di lavoro.
E' bene pertanto che l'utente sia a conoscenza di alcuni aspetti che riguardano la fruizione di tale servizio.
Ci sono vari modi per prendere un taxi: "al volo", cioè facendo un cenno all'autista alzando la mano; recandosi direttamente in una delle numerose piazzole riservate che fungono da posteggi per i taxi; infine telefonando al posteggio o alla centrale radiotaxi.
E' fondamentale ricordare che il tassametro viene attivato dal momento in cui il passeggero sale sull'auto solo quando il taxi viene "preso al volo"o ci si reca personalmente nei posteggi, negli altri casi si è tenuti a pagare anche il percorso che il tassista compie per raggiungere l'indirizzo fornito per telefono, quindi i modi più economici per usufruire del servizio taxi sono "prenderlo al volo" o al posteggio. Il supplemento festivo non è cumulabile con quello notturno e il pagamento con carte di credito o bancomat non giustifica la richiesta del supplemento. Infine, quando si sbarca negli aeroporti , diffidare sempre dei tassisti abusivi che sono facilmente riconoscibili perchè sono loro stessi che si procacciano i clienti all'interno delle aerostazioni.


I TASSAMETRI
La questione dei tassametri è il primo problema che affronterete quando fermerete per strada un tassista, non tutti i taxi li hanno, a volte saranno mal funzionati o addirittura guasti o come mi è appena capitato saranno antiguati. 

Prima di salire a bordo assicuratevi che il tassametro ci sia e che funzioni correttamente.
I Taxi senza tassametro sono abbastanza comuni in tutto il globo e ahimè sono legali. In questo caso prima di salire sulla vettura contrattate con il tassista una tariffa adeguata (informatevi sui costi medi di una corsa prima di partire) non salite mai a bordo se l'autista vi mette fretta o vi fa pressione generalmente è la tecnica migliore per fregarvi, state molto attenti a questo genere di tassista! taxametro


IL BAGAGLIO
Se siete dei viaggiatori leggeri come me non incontrerete mai questo problema, ma se portate con voi dei bagagli, cercate di non metterli mai nel porta bagagli, molto spesso i tassisti disonesti useranno il vostro bagaglio come mezzo di ricatto (a Santo Domingo, un tassista mi ha chiesto un vero e proprio riscatto :( per il mio bagaglio), se non aveste scelta non pagate il tassista finchè non avete ritirato tutto il vostro bagaglio.
In molti Paesi del mondo il trasporto del vostro bagaglio vi costerà qualche euro, quindi state attenti, prima di partire chiedete con cura all'autista il costo per il trasporto del vostro bagaglio e se vi chiederà una cifra improponibile siate liberi di scendere e di trovarvi un altro taxi (se siete nel desserto pensateci due volte prima di scendere :D).


TAXI IN GRUPPO
Se viaggiate in gruppo e decidete di prendere un taxi fate attenzione se l'autista vi chiederà di pagare una tariffa a persona o complessiva, molte volte i tassisti imbroglioni cercheranno di dirvi una tariffa per poi rinegoziarla al momento di saldare il conto, mettevi subito d'accordo in modo chiaro.
Se viaggiate in gruppo su più taxi dovete stare molto attenti, infatti in queste occasioni i tassisti più farabutti cercheranno di fregarvi, se i tassisti dialogassero più del dovuto potrebbero mettersi d'accordo per un eventuale truffa quindi seguite il vostro istinto e non salite sul taxi.


PAGARE
Questa è la fase più delicata di quando si decide di utilizzare il taxi come mezzo di trasporto per visitare una città. Pagate il tassista solo dopo essere sicuri di essere nel posto dove avete chiesto di portarvi, non pagate se prima non avete preso con voi il bagaglio, non pagate mai con banconote di grande taglio molto spesso il tassista vi dirà di non avere il resto in modo da costringervi a lasciare il resto come mancia, è una truffa piuttosto comune, scendete e andate a cercare un posto dove vi possano cambiare i soldi. Non abbiate fretta di scendere anche se il tassista vi farà pressione perché ci sono macchine che stanno aspettando, il pagamento è una fase molto delicata, se ci sono macchine che aspettano a voi non deve interessare minimamente.


PREGARE

Il mio ultimo consiglio è quello di farvi il segno della croce prima di salirete su un taxi, non ci sono modi per prevenire la guida spericolata dei tassisti, solo il buon Dio ci può aiutare in questo magari prima di partire fate un giro in chiesa e dite una preghiera a San Cristoforo per non farvi incontrare un tassista amante della formula 1.



TRENO, LA POSSIBILITA' DI RISPARMIARE
In alternativa del taxi e transfer da Catania per arrivare a Milazzo esiste anche l'alternativa di viaggiare in treno, sicuramente con la possibilità di risparmiare, ma si deve tener conto dei disaggi visto che si deve arrivare dal aeroporto di catania fontanarossa alla stazione di catania ( che si trova non poco distante )

AUTOBUS, RISPIARMIO SICURO
Se posso, soprattutto se sono da solo, l'autobus è una buona alternativa economica e sicura o i minibus sono una sorta di navetta che, se si conosce il percorso, a 8-9 posti. 

EVITARE I TAXI FERMI AD ASPETTARE
in particolare vicino alle zone turistiche. Non lo metto in dubbio, è comodo uscire dall’hotel e prendere il primo taxi che vediamo ma se lo facciamo dobbiamo accettare il fatto che la maggior parte di questi autisti si rifiuterà di azionate il tassametro (meter). La nostra abilità nel contrattare e la convinzione di aver ottenuto un prezzo per noi conveniente comunque giocherà a favore del tassista (anche se la cifra pattuita vi potrà sembrare molto economica paragonata a qualsiasi corsa a Roma o Londra). Tanto vale cercare un altro taxi e accettare di salire solo dopo che il tassametro è stato azionato.

IDENTIFICARE TAXI DI VIAGGIO
Fate mente locale al colore del taxi - transfer che state prendendo (il colore cambia a seconda della compagnia o transfer, noleggio con conducente ), annotate la targa e la licenza (all’interno, sul cruscotto sulla sinistra ci sarà la licenza ma difficilmente corrisponderà realmente alla persona che sta guidando) e, se avete dubbi, chiedete il biglietto da visita (nambat). In genere il numero di telefono della compagnia è impresso su un adesivo appiccicato al finestrino. Non è infrequente dimenticare qualcosa in taxi e avere le informazioni utili per rintracciare il veicolo può essere qualche volta molto utile.

POSSIBILI RAGGIRI

Non si segnalano seri problemi a parte girare in tondo o non avere il resto (siate sempre provvisti di banconote di piccolo taglio e monete se non volete lasciare mance involontarie) ma so di gente che si è ritrovata deviata in un ristorante o in una fabbrica di gioielli senza rendersene conto. Non fidatevi pertanto se vi viene detto che il tal monumento aprirà più tardi o se vi viene suggerita un’alternativa a dove avete chiesto di andare.

NON SALIRE ACCANTO CONDUCENTE

soprattutto se si è da soli. Attaccare bottone è una prerogativa dei tassisti di tutto il mondo ma si nota che  questo può significare cercare di distrarre e deviare il passeggero dalla sua meta reale. Molte ragazze mi hanno detto che fingono di parlare al telefono con il fidanzato, raccontando dove sono e quanto tempo dovrebbero impiegare per arrivare a destinazione.

CONCLUSIONI E PRECISAZIONI.

Si legge in alcuni blog che dall’aeroporto il prezzo è fisso: non è corretto! È fisso solo se prendiamo quelli più grandi, tipo monovolume, adatti se si ha molto bagaglio; gli altri hanno l’obbligo di azionare il tassametro (meter) e se si rifiutano non perdete tempo a protestare, ce ne sono così tanti!
Ci sono alcune “spese” che sono a carico del passeggero tipo il pedaggio dell’autostrada e il supplemento, i taxi presi dal terminal aeroportuale al pian terreno (ho più volte suggerito di prendere un taxi al volo dal piano delle partenze se si vuole risparmiare l’euro di supplemento).
Chiamate solo i taxi con la luce rossa davanti accesa: indica che il taxi è libero! Qualche volta potrebbero comunque rifiutarsi di andare dove vogliamo (traffico? fine del turno? Chi può dirlo…).


TAXI ALL'ESTERO
Viaggiando per il mondo si nota una caratteristica comune in tutti i paesi: il tassista cerca sempre di fregarti! Non si vuole generalizzare, non tutti i tassisti sono dei truffatori, anzi, ma la maggioranza trova spesso e volentieri il modo per farti spendere qualche euro o dollaro in più.



APPENA ARRIVATI IN AEROPORTO
COSA NON SI DEVE FARE

DORMIRE
Sei stanco morto: ti sei alzato alle 3.30 del mattino a Christchurch. Mentre ora sono le 16:00 e sei ad Abu Dhabi. La tua testa ti dice ‘devi... rimanere... sveglio’, ma il tuo corpo ti sta dicendo ‘lasciami andare, lasciami andare tra le braccia di Morfeo, tra fiumi di camomilla’, ma qualunque cosa tu faccia, non cedere nemmeno per un minuto. Quel che basta per perdere il volo. 

UBRIACARSI
"Mi sto solo calando nello spirito della vacanza!". Magari lo trovi divertente passare il tempo prima di partire tra calici e boccali, ma è anche vero che la lucidità per stare attento a cambi di gate, chiamate o altri imprevisti te la puoi scordare... Inoltre arriverai probabilmente all’ultimo minuto al gate e non potrai ‘scaricare’ fino a quando il volo non sarà in quota, spera solo di non trovare turbolenze.

STARE IN AGGUATO AL GATE
Hai presente il tipo di persona... Si aggira guardingo attorno al gate, non molla l’osso, anzi, ancora prima aspetta ore e ore di fronte al tabellone delle partenze. Si, ore ed ore, perché arriva in aeroporto con largo anticipo. Perché caricarsi di così tanta ansia, perché fare code eterne in piedi ad aspettare di partire... Con così tante comode poltrone nei dintorni. 

PERDERE LA CALMA
L'esperienza in aeroporto offre molte opportunità per perdere le staffe. Anche se potrebbe essere socialmente ‘accettabile’ scolarsi sei pinte di birra prima di mezzogiorno in un aeroporto, le regole della decenza sociale non vengono mai totalmente sospese. Quindi, niente ti dà il diritto di farla passare in malo modo a qualsiasi membro del personale aeroportuale solo perché il tuo volo è in ritardo o perché hanno finito i croissant alle mandorle. Non è colpa loro, quindi non prendertela con loro!

CHIACCHERARE AL CHECK CON IL PERSONALE
Normalmente non fai commenti inutili o pseudo-simpatici ai tuoi colleghi alle 7:00 di mattina (o forse si fa?). Quindi non pensare che soltanto perché Sonia del check-in vi sorride, lei abbia voglia di scherzare o sorbirsi le tue battutone. Quello che Sonia vorrebbe è passare una giornata tranquilla senza rischiare di pigliarsi una scarpa in faccia e tornare a casa la sera dal suo lui. Lui, non voi.

CERCARE DI ESSERE DIVERTENTE
L'aeroporto non è il palco appropriato per l'umorismo. Quando il personale al check-in vi chiede se "qualcun’altro ha fatto la vostra borsa", resistete ad ogni tentazione di rispondere: "in realtà si, un tipo strano si è avvicinato e ci ha frugato dentro...”. Potrà anche scaturire qualche risata tra gli amici, ma la sicurezza potrebbe atterrarvi in pochi secondi e far esplodere clamorosamente la vostra borsa dopo aver evacuato l’aeroporto. A quel punto che direste... “Scherzavo”?

SALTARE LA CODA
L'epico passaggio attraverso l'aeroporto è pieno di insidioso stress pronto ad aggredirvi, soprattutto se non vi siete dati abbastanza tempo per affrontare ritardi negli scali o impreviste e impellenti scappatelle in bagno. Perdere le buone maniere significa perdere un po' di rispetto per se stessi. Siate gentili, non sospirate rumorosamente quando la persona di fronte a voi non riesce a capire come passare la carta d'imbarco e non spingere mentre siete in coda, l’aereo vi aspetterà... E poi il karma tornerebbe a trovarvi.

GUARDARE VIDEO SUL CELLULARE CON VOLUME ALTO
Questo vale soprattutto quando i vostri compagni di viaggio al gate sono già infastiditi perché il vostro volo è in ritardo. Esclusi i ragazzi, d’altronde è quello che fanno di questi tempi, piuttosto che arrampicarsi sugli alberi o andare a pescare. Gli adulti però, quelli no, perché mai devono guardarsi video o film su qualunque dispositivo, ma al massimo volume, quello che da fastidio anche se in cuffia. Stessa cosa vale per le suonerie, un po’ di decenza... Anche nel gusto.

CREDERE CHE L'AEREO IMBARCHI APPENA APERTO IL GATE
Scolarvi d'un fiato la pinta che avete appena ordinato, saltare la pausa gabinetto e correre come dei pazzi verso il gate... Non serve! Tanto rimarrete bloccati in coda per un bel po’, pigliatevela con calma e finite tranquilli quello che avete appena ordinato al bar.


consigli taxi transfer aeroporto catania fontarossa porto milazzo consiglio cosa fare come fare consigli taxi transfer aeroporto catania fontarossa porto milazzo consiglio cosa fare come fare